STILE

Operare nella marginalità, dando forma e senso. È così che Pari Passo ha esteso i propri servizi non solo ai nuclei monoparentali ma anche, grazie al Bando Margini di Vita del Comune di Vicenza, alle persone senza dimora presenti in città. Da aprile 2018 si sono aggiunti i servizi, in collaborazione con altre cooperative e associazioni, di unità di strada serale e accoglienza notturna nei dormitori comunali. Anche qui l’ascolto, il supporto, l’accompagnamento della persona vengono garantire tramite gli operatori e le operatrici di Pari Passo, tra le quali assistenti sociali ed mediatori culturali, in rete con le altre professionalità del Bando.

Pari Passo persegue uno stile aperto, tramite i soci e gli operatori interni, ma anche grazie a chi mette a disposizione spazi e tempi, come i tanti volontari, gli scout di Araceli, San Paolo, Laghetto, che hanno saputo garantire servizi aggiuntivi essenziali.

Molti anche i giovani volontari: nei mesi estivi i volontari del progetto Esperienze Forti promosso dal CEIS, poi due scout universitari del San Paolo VI11 che affiancano le nostre operatrici in unità di strada, altre 2 scout ed una insegnante in pensione grazie alle quali abbiamo aperto una stanza per babysitteraggio in modo da permettere alle giovani madri straniere sia di frequentare la nostra Scuola interna, sia di aderire al progetto creato in sinergia con il Liceo Quadri di supporto all’italiano. Uno stile aperto che porta alla sensibilizzazione rispetto a tematiche importanti quali l’accoglienza di persone in marginalità, la formazione nei possibili percorsi di autonomia, la coscientizzazione del fatto che sia possibile fare il “bene fatto bene”, nella cura e nel rispetto della singola individualità.

STORIA

La cooperativa sociale Pari Passo nasce nell’estate 2017 da un gruppo di giovani operatori sociali provenienti da esperienze di volontariato comuni. Dare “forma e senso” al percorso di accoglienza verso persone in marginalità sociale, con un forte accompagnamento verso l’autonomia della persona, è la mission che ci ha spinti a creare una realtà cooperativa in grado di intervenire in situazioni di marginalità sociale, abitativa e lavorativa.

 

Il 20 novembre 2017 Pari Passo apre, in convenzione con la Prefettura, la prima accoglienza mamma-bambino migranti in un appartamento della Parrocchia di Araceli Nuova, dove vengono ospitati tre nuclei monoparentali. A marzo 2018, grazie ad un appartamento messo a disposizione da un ente diocesano, l’apertura di una seconda accoglienza mamma-bambino a Sarego, dove trovano ospitalità altri due nuclei monoparentali. Lo stile è quello di accogliere chi si trova più in difficoltà nel mondo migratorio, vale a dire i nuclei monoparentali che necessitano di un supporto individualizzato in favore sia delle mamme che dei lori figli spesso neonati.

Un’accoglienza, sempre diffusa e di piccoli numeri, che si contraddistingue per importanti professionalità e servizi interni alla cooperativa: corsi di italiano settimanali che vengono svolti da insegnanti specializzati L2, babysitteraggio e attività ludiche grazie ai volontari della Parrocchia di Araceli Nuova e degli Scout del San Paolo VI11 e di Creazzo, capodanno insieme ai volontari di Caritas “Quelli dell’Ultimo”, coinvolgimento in attività comunitarie, educazione e supporto alla genitorialità grazie al servizio settimanale di Suore Orsoline, tirocini di inserimento lavorativo grazie al supporto di Istituto Palazzolo, Biosapori e Cils Vicenza, orientamenti ai servizi del territorio (autobus, medico di base ecc.) e mediazione culturale ecc. Pari Passo interviene, nel tempo, non solo nei servizi che ha in convenzione con enti pubblici, ma anche rispetto alle tante donne straniere in gravidanza o con figli a carico che si trovano fuori da ogni programma di protezione: si garantiscono gli accompagnamenti medici, aiuti alla spesa alimentare, vestiti, carrozzine, in stretta collaborazione con i Centri di Aiuto alla Vita.

Nel settore della formazione linguistica e mediazione culturale Cooperativa Pari Passo costituisce un unicum a Vicenza. A gennaio 2018 infatti, nei locali messi a disposizione dalla Parrocchia di San Paolo, viene creata, grazie ad insegnanti con formazione universitaria e abilitazione L2, una scuola di italiano per stranieri convenzionata CILS con l’Università per gli Stranieri di Siena, quindi in grado di rilasciare il relativo titolo legale. Ad oggi sono svariate decine gli studenti che hanno frequentato la Scuola e provenienti da cooperative ed associazioni operanti nel mondo dell’accoglienza.

ACCOGLIENZA E "CULTURA"

Per questo abbiamo partecipato, in rete con le altre realtà, all’organizzazione di Verso Città Migranti (edizione 2018 e 2019), ciclo di incontri sul tema della situazione internazionale/migrazione/accoglienza, e abbiamo organizzato a settembre (2018) insieme a CUAMM – Medici con l’Africa l’evento “Quale Africa?” presso il salone dell’Oratorio di Araceli Nuova, che ha visto la testimonianza di un giovane medico appena rientrato dal Mozambico e il percorso di accoglienza che come cooperativa facciamo a Vicenza; a quest’ultimo evento hanno partecipato più di 100 persone e sono giunti apprezzamenti da più attori istituzionali del territorio.

OGGI?

Ad oggi Pari Passo svolge le seguenti attività e servizi:

  1. accoglienza di famiglie e giovani madri migranti e rifugiate – attività sociale residenziale per conto di Prefettura di Vicenza (accoglienza Parrocchia Araceli Nuova ed altre 3 unità abitative)

  2. unità di strada ed accoglienza notturna in dormitorio – attività sociale e residenziale per conto del Comune di Vicenza

  3. accoglienza temporanea di persone singole e nuclei famigliari – servizio sociale residenziale per conto di Comune di Vicenza e comuni della Provincia (circa 6 unità abitative)

  4. Scuola di italiano per stranieri – servizio afferente ai progetti di accoglienza ed erogato anche a privati, c/o oratorio Parrocchiale san paolo.

  5. Progetto Fondazione Cariverona: attività ricreativa ed educativa per i bambini delle accoglienze

  6. Progetto Fondazione San Paolo attività a sostegno di percorsi abitativi di sgancio.

  7. Attivita’ di volontariato o tirocinio universitario: in convenzione con Unipd e Ca’ Foscari, scout (Laghetto/San Paolo/Araceli), Liceo Quadri di Vicenza.